Vendere all’estero ovvero rendere semplice la complessità.

Vendere all’estero ovvero rendere semplice la complessità. Il segreto è tutto qui!

L’idea diffusa è che per esportare siano necessari grandi budget e grandi organizzazioni, risorse disponibili solo per le grandi imprese. In questo articolo invece cercheremo di presentare, in maniera semplice, ma strutturata, i “segreti” delle tante PMI che contribuiscono oggi per quasi il 50% dell’intero export Italiano e di cui il Consorzio SAVE ITALY è portatore, attuatore e potenziatore.

Quello che vogliamo dimostrare è che le PMI hanno una maggiore facilità di recupero di efficienza che gli permette di raggiungere risultati, anche inaspettati, con risorse limitate. In sintesi, le PMI che esportano con successo, hanno messo istintivamente a punto un metodo “snello” per esportare.

L’export sta facendo ripartire l’economia ed ha salvato l’Italia in questi anni di tremenda crisi. Protagoniste di questi successi sono le Piccole e Medie Imprese.

Le PMI con meno di 50 addetti sono ben oltre il 90 per cento del totale, con circa 11 milioni di addetti che producono oltre il 50 per cento del valore aggiunto totale del Paese ed i margini di crescita sono enormi. Quindi occuparsi delle PMI non significa concentrarsi su un pezzo del sistema economico italiano, ma, nella sostanza, del sistema nel suo complesso.

Ma non basta visto il mercato interno sempre più asfittico che offre dei margini di profitto sempre più inconsistenti, per cui per almeno i prossimi venti anni le piccole e medie imprese devono avere ben chiaro che devono riporre il “business core” all’estero in attesa che il mercato interno riparta.